I paradossi sofferti e sorprendenti dell’animo umano e i fragili labirinti della psiche infantile nelle lettere in cui Franz Kafka analizza il comportamento dell’«animale-famiglia», si districa dall’intrico del proprio fidanzamento e demolisce, commosso, la figura paterna. Il più straniante narratore del Novecento si rivela un arguto e lucidissimo pedagogo.

volumi correlati
Stendhal
Alle anime sensibili
Lettere di pensiero e desiderio
Luigi Pirandello
La mia arte sei tu
Lettere d’amore alla sua Musa
Lewis Carroll
Oltre la meraviglia
Lettere al di qua dello specchio
Marina Cvetaeva
L’oceano leggeva con me
Lettere a Rilke sulla poesia
George Orwell
Guardarsi dalla santità
Lettere di un ragionevole eretico