Ventuno ricette, tre piatti al giorno, una settimana di esperimenti culinari e culturali per dilettare lingua e palato, con le piene sottigliezze del gusto, ma anche con le eteree delizie della parola. Il ricettario che ha unito il Paese quando, fatta l’Italia, gli italiani erano ancora da fare, in una forma epistolare che ne recupera e fa rivivere la genesi, lasciando al lettore la possibilità di annotare e spedire i segreti della sua cucina.

E per spedire la tua variante e comparire nelle prossime edizioni dell’opera scrivi a:

L’orma editore, via Annia 58, 00184 Roma

oppure manda una mail a lorenzo@lormaeditore.it

Un’ultima cosa: la mail è più comoda, certo, ma vogliamo mettere il piacere e la soddisfazione di trovarsi una lettera nella cassetta?

volumi correlati
Napoleone Bonaparte
Tutto è ancora da fare
Lettere di un genio d'ambizione
Louisa May Alcott
Le nostre teste audaci
Lettere dalla creatrice delle sorelle March