Un quartetto di indisciplinati fuoriclasse per un’altra settimana assieme

In queste settimane stiamo cercando di offrirvi delle agili letture digitali in attesa che i nostri libri e quelli di tutti gli altri tornino di più facile reperibilità.

informazioni

In queste settimane stiamo cercando di offrirvi delle agili letture digitali in attesa che i nostri libri e quelli di tutti gli altri tornino di più facile reperibilità.

Per i giorni a venire vi proponiamo un percorso di pensiero, critica e umorismo con i testi di quattro filosofi e scrittori eccelsi e spiazzanti: Brecht, Manganelli, Adorno e Kittler.

In un argomentare sempre ironico e dialogico questo quartetto di indisciplinati fuoriclasse ci spinge a esplorare e approfondire, dentro e fuori la pagina-schermo, musiche e autori, da Bach a Hendrix, da Marx a Beckett.

Cominciamo con le Storie dei tui di Bertolt Brecht che fino a lunedì 20 aprile sarà scaricabile gratuitamente dal sito e dagli store online, mentre i titoli a seguire saranno reperibili su tutti i normali canali di vendita.
Buona lettura.

Martedì 14 aprile

  • Bertolt Brecht, Storie dei tui

    Tratti dall’arcipelago di testi che compone Il romanzo dei tui, questi caustici racconti mettono alla berlina i ridicoli tic di molti intellettuali configurandosi come una breve carrellata di apologhi sul «cattivo uso dell’intelletto». Da una marxiana Teoria della conoscenza, esposta sempre sul filo del paradosso, fino alla splendida ampia parabola pacifista Morte di Hans Tse nell'esercizio delle sue funzioni, sulle disavventure di un teorico alle prese con la cruda prassi della guerra, le Storie dei tui contengono alcune tra le pagine più salaci della prosa brechtiana.
    * scarica in formato .mobi
    * scarica in formato .epub
    * Bookrepublic
    * Amazon
    * Kobo

giovedì 16 aprile

  • Giorgio Manganelli, Conversazioni musicali

    In queste conversazioni andate in onda nel 1980 sul terzo canale di Radio Rai Giorgio Manganelli dialoga con il grande musicologo Paolo Terni, dimostrandosi un arguto e perfido conoscitore di musica, capace di giudizi sorprendenti e tranchant sugli argomenti più raffinati e peregrini, dall’uso della volgarità in Mahler al lirismo di Verdi passando per gagaku giapponese. Con una lingua orale di straordinaria sapienza e affilatezza, lo scrittore confessa il suo mai sopito desiderio di fare musica con le parole.
    * Bookrepublic
    * Amazon
    * Kobo

Sabato 18 aprile

  • Theodor W. Adorno, Conversazione su Beckett

    In una trasmissione televisiva che fece epoca il maestro della Scuola di Francoforte, Theodor W. Adorno, discusse con altri quattro interlocutori d’eccezione le implicazioni filosofiche, estetiche ed esistenziali di uno dei suoi autori di riferimento: Samuel Beckett. Una volta trascritti, i vivaci e spesso abissali botta e risposta di quel dibattito rilucono di sfavillante intelligenza, mostrandoci la vivacità di un pensiero che nasce dall’ascolto e dal contrasto.
    * Bookrepublic
    * Amazon
    * Kobo

Domenca 19 aprile

  • Friedrich Kittler, Chiacchierate wagneriane

    Il grande teorico dei media tedesco, Friedrich Kittler, convoca in queste due conferenze tutta la sua indomita passione musicale indagando l’opera di Wagner da un punto di vista sorprendente e programmaticamente anacronistico. In queste pagine il vate di Bayreuth è, infatti, raccontato come profeta dell’elettrificazione del suono, insospettabile progenitore di Hendrix e della rivoluzione dionisiaca degli anni Sessanta. Un testo sprizzante di suggestioni da un ascoltatore inattuale e provocatorio.
    * Bookrepublic
    * Amazon
    * Kobo

i volumi
Theodor W. Adorno
Il nulla positivo
Friedrich Kittler
Preparare la venuta degli dei
Wagner e i media senza dimenticare i Pink FLoyd