Napoli | Gruppo 63/50 anni | I poeti leggono i poeti

Sabato 14 dicembre 2013, in occasione della Notte D’Arte, dalle ore 16:00, presso la sala conferenze del Museo Nitsch, la Fondazione Morra presenta Gruppo 63/50 anni: i poeti leggono i poeti, una serata dedicata alla poesia sperimentale e visiva degli artisti del Gruppo 63, a cui seguirà la proiezione di film d’artista, a cura di Giuseppe Morra e Tommaso Ottonieri.

Nel 1963 poeti, scrittori, critici e studiosi, e con essi musicisti e artisti visivi di varia tendenza ed estrazione, si incontrarono a Palermo animati dal rifiuto del panorama culturale allora dominante, spinti dal desiderio di sperimentare nuove forme di espressione, fuori dagli schemi e dalle abitudini di linguaggio allora consolidate. Le intenzioni del Gruppo 63, tale il nome scelto dagli artisti, erano quelle di interpretare un paese nuovo che esigeva nuove parole, nuove forme, nuovi suoni, di lasciare al macero un passato provinciale, cinico, bigotto, fatto di compromessi e sopraffazione, egoismo e cialtroneria, di attingere alle nuove idee e energie che si sviluppavano dovunque in un mondo in trasformazione, e suscitarne.

A suggellare la serie di manifestazioni di respiro internazionale susseguitesi per celebrare questa importante ricorrenza, Napoli, da sempre fra le capitali vive delle avanguardie e delle contaminazioni artistiche, rende il suo omaggio al Gruppo e a quel che attraverso la sua avventura è stato reso possibile. L'evento organizzato dalla Fondazione Morra si centra sul nesso tra parola e immagine in movimento; presentando, da un lato, le letture di poeti protagonisti di quella esperienza (N. Balestrini, G. Niccolai) o che, di generazione successiva, in modi diversi e autonomi si rapportano a essa e che qui a essa rendono il loro omaggio, prestando la loro voce alle parole di quel tempo; dall’altro, la colonna visiva di artisti che impressero su pellicola le loro nuove e scardinanti visioni: e sarà da ricordare che appunto a Napoli, poco più in là, nel '67, sull'onda delle innovazioni suscitate dal Gruppo, sarebbe nata l'esperienza della Cooperativa Cinema Indipendente. Completa il programma un ampio dibattito, occasionato anche dalla ripresentazione editoriale di testi capitali del Gruppo: al dibattito partecipano, fra gli altri, artisti e teorici che lo fondarono; e infine, protagonista un attore di riconosciuto talento (Lino Guanciale), una lettura scenica di un monologo datato giusto a quel 1963, proveniente da un autore (come G. Manganelli) inclassificabile e dunque esemplare di quella grande, e forse irripetibile, stagione.

Programmazione:

Ore 16.00: Proiezioni di Film d’artista: a partire dal Gruppo 63, a cura di Paolo Bertetto, pellicole di G. Baruchello, A. Grifi, U. Nespolo, A. Leonardi, M. Schifano, L.M. Patella, T. De Bernardi. La sequenza delle proiezioni sarà introdotta da Mario Franco.

Ore 18.15: Presentazione-dibattito sui libri Gruppo 63 - L’antologia a cura di Nanni Balestrini e Alfredo Giuliani. Critica e teoria a cura di Renato Barilli e Angelo Guglielmi, ed. Bompiani, Il romanzo sperimentale: Palermo 1965/Gruppo 63 a cura di Nanni Balestrini, seguito da Col senno di poi a cura di Andrea Cortellessa, ed. L’Orma - Fuori Formato; inserto speciale per i 50 anni del Gruppo 63 in Alfabeta2 (numero di novembre-dicembre).

Partecipanti: Nanni Balestrini, Andrea Cortellessa, Angelo Gugliemi, Mario Franco, Tommaso Ottonieri, Andrea Viliani.

Ore 19.45: I poeti leggono i poeti. Letture e omaggi di Mariano Baino, Bruno Galluccio, Giovanna Marmo, Tommaso Ottonieri, Gilda Policastro, Gian Paolo Renello, Federico Sanguineti, con la partecipazione di Nanni Balestrini e Giulia Niccolai (testi di N. Balestrini, C. Costa, A. Giuliani, G. Niccolai, E. Pagliarani, A. Porta, A. Rosselli, E. Sanguineti, A. Spatola, P. Vicinelli).

Ore 21.30: Iperipotesi di Giorgio Manganelli: lettura scenica di Lino Guanciale.

Ore 22.00: Proiezioni Film d’artista: a partire dal Gruppo 63:

Gianfranco Baruchello, Alberto Grifi, Verifica incerta (1964, 30’) Alfredo Leonardi, Living and Glorious (1965, 21’) Ugo Nespolo, La galante avventura del cavaliere dal lieto volto (1966-67, 9’) Ugo Nespolo, Buongiorno Michelangelo (1969, 11’) Mario Schifano, Reflex (1964, 8’) Mario Schifano, Vietnam (1967, 3’) Alberto Grifi, Dodici ore No stop (1967, estratto 15’) Luca Maria Patella, Terra animata (1967, 7’) Tonino De Bernardi, A Patrizia: l'irrealtà ideale, l'oggetto d'amore (1970, estratto 12’)

Le proiezioni continueranno, dal 16 al 20 dicembre 2013, dalle ore 16:30, con ingresso al museo biglietto ridotto € 5,00.

Il programma verrà integrato con i seguenti film:

G. Baruchello, Tre lettere a Raymond Roussel (1969, 28’), L.M. Patella, SKPM2 (1968, 23’), Vedo, Vado! (1969, 15’), T. De Bernardi, Il mostro verde (1967, 28’) e l’intera proiezione di A Patrizia (1970, 59’)

Si ringrazia per la preziosa collaborazione: La Fondazione CSC - Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale di Roma.

La Fondazione Morra, Istituto di Scienze delle Comunicazioni Visive, opera da anni nel settore della cultura contemporanea, attraverso un’intensa attività di ricerca e promozione di molteplici forme d’arte. Al suo interno la Fondazione ospita il Museo Nitsch - Archivio Laboratorio per le Arti Contemporanee, situato nel cuore della città e dedicato a Hermann Nitsch, tra i fondatori dell’Azionismo Viennese. Nato con l’obiettivo di creare un complesso creativo all’interno del centro storico di Napoli, il Museo Nitsch assume il ruolo di catalizzatore di differenti forme d’arte: un instancabile laboratorio volto alla diffusione e alla sperimentazione del contemporaneo spinto dal desiderio di confrontarsi con il territorio che lo circonda.

INFO: Fondazione Morra Vico lungo Pontecorvo 29/d - 80135 Napoli Tel. + 39 081 5641655 / Fax. +39 081 5641494 info@fondazionemorra.org