Una canzone per "Ricordarmi di". Yves Pagès incontra i lettori.

Roma - 31 Marzo dalle 19:00 alle 20:30
Libreria minimum fax - Via della Lungaretta, 90/E

Martedì 31 marzo, ore 19.00 Libreria minimum fax, via della Lungaretta 90/E

Yves Pagès legge "Ricordarmi di". Un piccolo spettacolo per voce e memoria. Introduce e traduce Lorenzo Flabbi.

Yves Pagès è una delle figure più interessanti del panorama letterario francese. Scrittore e fondatore delle Éditions Verticales, intellettuale affascinante ed istrionico, pubblica per la prima volta in Italia con i tipi de L’orma un’opera a cui ogni definizione sta stretta: una narrazione per non dimenticarsi gli episodi di una vita intera che partono da un solo individuo per ritrovarsi in un’empatia collettiva. Frammento per frammento, episodi dalla sua memoria ma anche dati colti con la curiosità dell’umanista militante osservando la società che cambia a cavallo tra il XX e il XXI secolo. Come lui stesso lo ha definito, è un libro che parla moltissimo degli altri, attraverso le suggestioni raccolte nel corso degli anni dal suo sguardo di scrittore e osservatore. Una raccolta di riflessioni, di ricordi, dall’infanzia agli eventi di attualità, che non potranno non ricordare il Georges Perec di Je me souviens, ma con una profonda appartenenza alla nostra contemporaneità.

Yves Pagès (Parigi, 1963) ha fatto il magazziniere, il libraio in nero, il bidello e ora è l’editore dell’autorevole casa editrice Verticales; è anche drammaturgo teatrale e animatore militante del dibattito culturale d’Oltralpe, nonché il rigoroso compilatore di una monografia su Louis-Ferdinand Céline più volte ristampata e l’autore per France Culture di numerosi testi radiofonici. Ma soprattutto, o forse no, è lo scrittore di una decina di opere di narrativa (tra le quali, in italiano, Piccole nature morte al lavoro) che gli sono valse il Prix Wepler e il Prix Choix des libraires.

Yves Pagès su Ricordarmi di (Souviens-moi): https://www.youtube.com/watch?v=qUI7F8z7pmE

Annie Ernaux
2014, pp. 120, € 9,00
Michèle Halberstadt
2013, pp. 132, € 12,15